Le campagne Adwords sono molto più complicate di come vogliono far sembrare, le funzionalità sono davvero migliaia e l'albergatore è meglio che si affidi sempre ad esperto, però voglio dare alcuni consigli, anche a coloro che esperti non sono. Sono pochi spunti utili per migliorare il tasso di conversione o semplicemente ottimizzare la campagna ed ottenere risultati.

- Intanto non confondere il risultato della Campagna con il tasso di conversione sul sito web
- Testare e fare varie prove di annunci per vedere chi converrte meglio
- Guardare sempre cosa fanno i competitors
- Prendere coscienza del proprio prodotto
- Mettere sempre prezzi nel titolo dell'annuncio, questo aumenta il CTR
- Usare le estensioni di chiamata e di località
- Utilizzare le corrispondenze inverse

0
0
0
s2sdefault

Il web lo inventò nel 1991 Tim Berners-Lee, un ricercatore britannico che allora lavorava al Cern (Centro europeo per la ricerca nucleare) di Ginevra. Da allora il web è diventato più veloce e più professionale, è cresciuto enormemente ed è diventato sempre più multimediale. Soprattutto, è diventato più commerciale. Ma da un punto di vista tecnologico è rimasto sostanzialmente lo stesso. Ora Tim Berners-Lee lavora al Mit di Boston, dove dirige il W3C, il World Wide Web Consortium, che si occupa di “promuovere l’evoluzione del web”. In pratica di progettare il web del futuro.

Il web del futuro, nei vostri progetti, ha un nome complesso: “web semantico” Può spiegare che cosa significa?
“Il problema sul tappeto è creare un’infrastruttura che ci aiuti a risolvere i problemi più in fretta: il web è pieno di informazioni che spesso non possono essere utilizzate in modo efficiente. Le faccio un esempio. Supponiamo che ci sia una conferenza che le interessa. Oggi deve andare sul sito giusto per leggere dove si svolge e a che ora, e poi magari trascrivere questi dati su un pezzo di carta, e infine ricopiarli sull’agenda elettronica. Questo accade perché oggi non c’è modo di spiegare al suo computer che lei vuole andare a quel meeting, e il PC non capisce l’importanza dei dati trovati sul web. Domani basterà che lei segnali a che tipo di eventi vuole partecipare e la sua agenda elettronica sarà informata di tutti i dettagli e il suo ricevitore Gps riceverà i messaggi giusti da parte degli organizzatori. E questo capiterà a tutti quelli che vogliono partecipare al convegno”.

In un articolo pubblicato nel 2001 su “Scientific American” lei fa un esempio concreto: quello di una ragazza che va dal dentista che le ordina una sessione di cure. La ragazza telefona a casa e dice al suo computer di organizzarle la vita nei giorni successivi, spostando gli appuntamenti già presi con altre persone. E’ un mondo dove tutto è interconnesso da una rete intelligente. E’ un’utopia o un obiettivo realistico?
“E’ in corso un cambiamento radicale nel modo in cui noi organizziamo la nostra vita. Per esempio il sistema logistico delle aziende sta per cambiare in modo drastico. I dati saranno organizzati in un modo assai diverso rispetto a oggi: ci sarà un’interazione continua con le informazioni raccolte su Internet. Non sto parlando di macchine che capiscono il significato delle cose nel senso tradizionale in cui noi intendiamo l’intelligenza. Sto parlando di un sistema che collega le informazioni tra di loro in modo strutturato mettendo in comunicazione dati a cui noi attribuiamo un significato”.

Tra quanti anni si realizzerà questo sogno: tra due anni o tra venti?
“Non penso che ci saranno molti prodotti sul mercato per almeno due o tre anni. Ma credo che tra dieci anni sistemi di questo tipo saranno utilizzati su larga scala”.

Come cambieranno i motori di ricerca come Google?
“Per una parte del web, soprattutto quello dei documenti da leggere, i motori di ricerca come Google continueranno a essere molto utili. Ma ci saranno presto nuovi servizi che si affiancheranno ai motori di ricerca. Per esempio, oggi per trasformare i gradi centigradi in gradi Farenheit bisogna trovare un sito che sia in grado di farci fare la conversione. Domani ci sarà un servizio che troverà la regola di conversione e farà questa operazione automaticamente. Oppure, supponiamo che dobbiate compitare il modulo delle tasse. Ci sarà un servizio in grado di mettere in relazione le semplici informazioni da voi fornite con le regole del sistema fiscale. In pratica si tratta di fare comunicare due linguaggi diversi: quello semplice della nostra vita e quello degli specialisti. E questo avverrà in un numero sempre maggiore di settori”.

Lei sostiene di essere stato spinto a inventare il web per risolvere alcuni problemi sociali di comunicazione tra le persone. Ora dice che il prossimo passo sarà costruire delle “macchine sociali”. Di che cosa si tratta?
“Le macchine sociali sono quelle che consentono alle persone di interagire. Per esempio, quando le persone si connettono, comprano una merce, danno il proprio parere sul servizio ricevuto e consentono ad altri di informarsi. Il web dovrebbe sempre di più servire a creare collegamenti tra le persone”.

Per questo usa il termine “intercreatività”, che lei contrappone a quello di interattività?
“L’Internet viene usato soprattutto per passare da un documento a un altro usando i link. La cosa importante dovrebbe essere invece collegare le energie creative delle persone, consentendo loro di lavorare insieme, di discutere collettivamente. In realtà si tratta di un obiettivo molto più difficile del previsto”.

Per questo lei dice che il web dovrebbe imitare il mondo?
“Il web è come un foglio di carta che deve essere scritto. E’ la società a plasmarlo”.

Il suo web del futuro è popolato da “agenti intelligenti”, piccoli software che circolano sul web, ciascuno con il suo compito specifico. Questi agenti sono in grado di comunicare con gli uomini e con altri agenti come loro. Può spiegare come funzionano?
“Gli agenti sono programmi in grado di muoversi nel web per svolgere un lavoro nel tuo interesse. Devono avere due caratteristiche. Primo: capire i dati incontrati sul web e saperli gestire per te. Secondo: essere affidabili. Per esempio devono essere in grado di interpretare i messaggi della banca e capire quando pagare una bolletta. Oppure saper colloquiare con l’agente di un altro utente con cui hai bisogno di organizzare un appuntamento”

Nel suo progetto tutti gli oggetti elettronici che usiamo nella nostra vita (la tv, il frigorifero, l’auto…) saranno connessi alla rete. Ognuno di loro avrà un suo indirizzo web?
“In linea di massima direi di sì. E direi che questo processo avverrà molto rapidamente. La tv e lo stereo, il telefono e la stampante: saranno tutti in rete e comunicheranno tra loro”. Lei spesso dice di essere interessato a fare in modo che nella società “si sviluppi una struttura meno gerarchica”.

Lei crede che il web sia destinato a cambiare la nostra struttura sociale?
“Il web è uno specchio che si limita a riflettere la struttura che noi diamo alla società. In realtà induce anche dei cambiamenti perché elimina alcune limitazioni, facilita la nostra vita, consente nuove relazioni sociali”.

La Rand Corporation parla del “lato oscuro di Internet”: i terroristi, i crackers, i ladri… Pensa che si debba creare un controllo più stretto sul web?
“Molte cose possono essere fatte senza nuove leggi: per esempio proteggere la rete da chi vuole danneggiarla e le singole persone da alcuni rischi privati. Ma ci sono molte preoccupazioni su quello che sono in grado fare i gruppi fuori legge dopo l’11 settembre. La discussione è molto aspra e la soluzione non è semplice da trovare. Ma credo che dobbiamo essere molto attenti nel porre limitazioni alle libertà individuali”.

 

(Anno 2003 Intervista a Tim Berners-Lee)

0
0
0
s2sdefault

Ogni attività di posizionamento comincia con un'analisi SEO del sito web, per capire i punti deboli e come è stato realizzato tecnicamente e concettualmente. Ogni sito web ha tecnologie differenti e altrettante necessità per programmare un piano di ottimizzazione SEO e finalmente aumentare la visibilità sui motori di ricerca. La mia analisi non viene fatta con un software, ma analizzando i dati, i competitors, il codice, la struttura, ecco perchè non è gratuita. Dopo l'analisi del sito viene fatto un proposta di SEO per raggiungere degli obiettivi concordati. Fra tre giorni voglio essere primo su Google non è nemmeno da prendere in considerazione. Dirò di più le stesse attività di SEO qua sotto accennate, sono una piccola parte del lavoro che serve per migliorare la visibilità di un sito.

0
0
0
s2sdefault

Google Analytics fornisce strumenti di reporting che consentono di visualizzare e analizzare l'efficacia della campagna di SEO per il vostro hotel. Tra le altre cose, si può vedere come i visitatori stanno trovando il vostro sito, per quanto tempo fanno visita e che pagine del sito web sono maggiormente visitate. Ma sai come leggere i tantissimi dati che Analytics ti fornisce ogni giorno?

0
0
0
s2sdefault

E' meglio organizzarsi per pianificare al meglio e giorno per giorno il lavoro di marketing on line? Non è necessario usare una complessa checklist SEO per la vostra routine quotidiana, come facciamo noi. Tuttavia, vorrei convincervi che è una buona idea usare una checklist per la vostra campagna di web marketing, non solo perché serve, ma perché mi piace parlare di cose che funzionano davvero. E le checklist di web marketing funzionano davvero. Infatti basta fare una ricerca per "checklist web marketing" e si trova una checklist per qualsiai aspetto di web marketing. Non tutte le checklist sono uguali (o adatte ), quindi dovrete trovarne una che funzioni per voi. Ciò che conta è trovare il modo migliore e più efficiente per gestire la tua campagna di web marketing.

Ma prima capire le ragioni per cui avete bisogno di una checklist di web marketing, vediamo alcuni consigli checklist e informazioni. Per il web marketing ci sono 4 diversi tipi di checklist. Problem finding: Il web marketing è tutto nel trovare e risolvere i problemi. Beh, non è possibile correggere ciò che non hai trovato. Così una delle prime liste di controllo che si possono adottare è quella che vi aiuterà a trovare i problemi da risolvere. Questa potrebbe essere un elenco di strumenti necessari per eseguire l'analisi del vostro sito web e trovare i problemi comuni.

Problem Solving: Una volta che sai qual è il problema, come si fa a risolverlo? A volte la soluzione potrebbe non essere veloce e facile come si spera. Per esempio, le pagine ottimizzate non sono state indicizzate dai motori di ricerca. Una lista di controllo di risoluzione dei problemi può aiutare molto.

How-To: Separo queste dalle liste di problem solving, perché a volte non si sta cercando di risolvere un problema, ma si cerca un processo di soluzione. Ad esempio, si potrebbe desiderare una lista di controllo su come impostare un profilo Facebook o come ottimizzare una pagina SEO friendly.

To-Do: Le To-do list non ti dicono come fare le cose, ma ti dicono che cosa deve essere fatto. Non possono essere dettagliate come le how-to list, ma spesso hanno una maggiore longevità. Poiché le tecnologie cambiano abbastanza velocemente, una how-to list di SEO sarebbe obsoleta abbastanza rapidamente; le cose da fare sono più o meno universali, con pochi cambiamenti di anno in anno.

0
0
0
s2sdefault

I social media stanno cambiando il modo di ricercare dei consumatori e pianificare, ad esempio, la loro vacanza, selezionando un hotel o una località. La fiducia associata alle peer review (vedi TripAdvisor), in combinazione con la velocità con cui sono distribuiti i pareri su internet, implica che i social media sono probabilmente il più importante canale di marketing emergente per gli hotel. Prendiamo Facebook, che fornisce una valida piattaforma di comunicazione per interagire con i clienti. La possibilità di personalizzare completamente la pagina Facebook, offre un canale interessante, che può portare a conversioni dirette. Ma bisogna saper interessare le persone, per sfruttare le potenzialità di Facebook.

0
0
0
s2sdefault

La comunicazione chiara è un elemento fondamentale per il sito web e il tuo miglior investimento di marketing. E' essenziale che l'utente si trovi a proprio agio nel sito, trovi quello che cerca e capisca ciò che ha cercato.

Indipendentemente che sia un sito di prenotazioni, un blog, un sito vetrina, un e-commerce, c'è sempre la necessità di comunicare efficacemente.

Perchè comunicare bene?
Per produrre engagement con gli utenti, che devono essere coinvolti e invogliati ad interagire.

0
0
0
s2sdefault

Consideriamo che il 20% di tutte le ricerche su Google sono indirizzate a trovare risposte su specifiche posizioni. Se non si disponi attualmente di una pagina Google My Business hotel e questa non compare nella parte superiore dei risultati di ricerca di Google, il tuo hotel sta perdendo una grande opportunità. Google My Business (ex Places) è un canale di vitale importanza per un hotel. Compilare i campi supplementari e non mettere frasi, ma usare parole specifiche. Ad esempio, aggiungere "Servizi: concierge, internet wi-fi gratuito" e non "I servizi che offriamo sono portineria e connessione internet wireless gratuita". Sfruttate i tags di Google che permettono all'hotel di avere un collegamento diretto a pagine del sito, ad esempio una pagina prenotazioni o la galleria fotografica.

0
0
0
s2sdefault

Una buona attività di posizionamento nasce solo da testa e mani affidabili. Lavoro da anni con esperienza al posizionamento di siti web e l'affidabilità la certificano i risultati. Spiego sempre il mio metodo di lavoro e lavoro senza trucchi per portare visitatori sul tuo sito web. Il posizionamento puro (organico) del sito web su Google, Yahoo, Bing, MSN, Lycos, Excite e Alta Vista passa per l'ottimizzazione SEO dei contenuti, sul layout, sul codice delle pagine e sull'autorevolezza del dominio. Da Cagliari in Sardegna, offriamo convenienti servizi di SEO sul tuo sito web, utilizzando solo tecniche lecite, di ottimizzazione web, per raggiungere e mantenere i primi 10 posti per il tuo business on line.

0
0
0
s2sdefault

Il mio primo obiettivo di web marketing per un hotel è crescere, senza false illusioni. La chiarezza sulle possibilità di crescita, sulle potenzialità, sui miglioramenti fattibili e sul budget sono un metodo di lavoro. So come portare clienti nel tuo sito web con il marketing, le campagne di Google Adwords o le attività sui social network. Il sito dell'hotel è un canale di vendita che va disintermediato e che deve affiancare e integrare la vendita sui canali OTA, B2B e B2C. La consulenza è a 360 gradi, per analizzare tutto il tuo business on line e pianificare una strategia.

Non esiste un'azione migliore di un'altra. Esiste la costanza e la programmazione, anche su budget ridotti. Mi piace partire dal budget e dae consigli su come ottimizzarlo per ottenere risultati ne breve o medio periodo. Diffidate da chi parte con la sicurezza della bontà di un'azione, senza nemmeno avervi parlato.

0
0
0
s2sdefault